VW Amarok dal 2010

Una festa per chi ama la praticità, per i giramondo e i freestyler
La VW Amarok fa parte degli strumenti che consentono di superare gli aspetti più ostici della vita quotidiana. È nata per soddisfare la sete di libertà e avventura. Non per niente il nome Amarok definisce un lupo gigante della mitologia Inuit. Il pick-up introdotto nel 2010 è a proprio agio in canyon e steppe come nei boschi vicino casa o nel cantiere dietro l'angolo. Proprio in tali ambienti avversi risaltano le virtù dell'Amarok, quali affidabilità e solidità, che il report DEKRA delle auto usate 2018 ha premiato. Così la Volkswagen è riuscita, come già nel 2015, a saltare sul gradino più alto del podio della classe dei veicoli multispazio. 

Un vantaggio enorme di questo autoveicolo è il pianale lungo 5,25 m: dovunque ci si trovi, si ha sempre con sé un autocarro. E, in particolare con la vernice "Copper Orange" (arancio ramato) e con la barra luci sul tetto il disinvolto veicolo "tuttofare" è adatto perfino per andare a ballare in discoteca.

Chi desidera utilizzare l'Amarok sia per usi professionali che privati, trova nella versione equipaggiata con spoiler anteriore verniciato, ruote in metallo leggero e climatizzatore un po' più di comfort e un aspetto meno "selvaggio" che non nella versione base.  Un'ampia disponibilità di spazio, anche per la testa, sia sui sedili anteriori che posteriori, rende la rustica VW una cinque posti a tutti gli effetti. Il Controllo Elettronico della Stabilità (ESC) di serie, fino a sei airbag e il sistema di fissaggio dei sedili di sicurezza per i bambini Isofix garantiscono la sicurezza, come la "Funzione offroad" (fuoristrada) attivabile premendo un pulsante, che inserisce un assistente ai percorsi accidentati.

Per l'impiego professionale la VW consegna l'Amarok alternativamente con cabina singola o doppia. La superficie di carico larga 1,22 metri tra i passaruota è sufficiente addirittura a caricare degli europallet sistemati di traverso. A seconda della motorizzazione il pick-up è in gradi di trainare un rimorchio fino a 3.2 tonnellate.

Per quanto riguarda il sistema di trazione, inizialmente è stato il motore TDI 2.0. La gamma di potenza spazia da 122 CV/90 kW fino a 180 CV/132 kW nel BiTurbo, che in combinazione con un cambio automatico a otto rapporti sprigiona una coppia di 420 Newton/metro. 

Nel 2016 la VW ha introdotto come motorizzazione un TDI 3.0 V6 della classe di emissione Euro 6, in tre varianti di potenza. Il livello intermedio, a trazione integrale, mette in strada una potenza di 204 CV/150 kW e una coppia di 500 Newton/metro. Per la trasmissione della forza si possono selezionare tre varianti: Trazione posteriore, trazione integrale permanente per il comfort su strade asfaltate e una trazione integrale inseribile con riduttore per fuoristrada. Tutte tre le varianti sono equipaggiate con bloccaggio elettronico del differenziale. 

Commento 2018
L'eccezionale Pickup della VW conferma anche quest'anno le sue eccezionali qualità. I vari difetti delle luci, rilevati nel corso della revisione, sono tuttavia facilmente risolvibili mediante una semplice sostituzione delle lampadine. Occasionalmente si riscontrano anche veicoli con pasticche dei freni usurate ed efficacia frenante irregolare.

Visualizza dettagli veicolo